Come far ricrescere i capelli sempre in ordine

Come far ricrescere i capelli sempre in ordine

Quanto entusiasmo quando le nostre clienti ci chiedono con slancio di tagliare la loro chioma. E con quanta soddisfazione e felicità lasciano il nostro salone con numerosi centimetri di chioma in meno.

Però: sbagliamo o puntualmente, dopo neanche due settimane, molte di loro ritornano in lacrime perché non sanno come far ricrescere i loro capelli?

Ebbene, sicuramente, da bravi psicologi (oltre che acconciatori) dobbiamo consolarle e poi dobbiamo rassicurarle. Bisogna aver pazienza, saper aspettare e diventar serafici, sereni. Sarebbe bello se i capelli crescessero a nostro comando, ma nella vita sappiamo bene non è così. Perché se è vero che prima o poi tornano lunghi, è proprio quell’attesa che ci frega. Esiste infatti un limbo in cui bisogna fronteggiare chiome senza forma. Un disastro. Però le soluzioni per salvare la nostra cliente dalla disperazione ci sono! Bisogna ricaricala di pazienza e nel frattempo farla saltare da un taglio all’altro.

 

E tu, vorresti dare un taglio ristrutturante alla tua chioma?

Clicca sul pulsante di seguito e prenota
un APPUNTAMENTO nei nostri saloni:

studieremo un taglio su misura per te!

mah

Step 1: dal pixie al caschetto

In questo primo passaggio, dobbiamo avere un unico obiettivo: evitare il mullet. Nonostante qualche celebrità voglia convincerci del contrario, questo taglio non è mai stato bene a nessuno. Quindi, tornando al taglio, il nostro consiglio è di tenere la parte posteriore dei capelli all’altezza della nuca, come a sfiorare la mandibola. Questa lunghezza va mantenuta fintanto che le ciocche alla sommità del capo non crescono.

Se si teme che la chioma gonfi allora basterà stare attenti alla parte alta delle lunghezze e spuntarla una volta al mese, così da toglierle un po’ di volume. Ovviamente, per ottenere una struttura più omogenea, i capelli dovranno essere semplicemente sfoltiti, non accorciati!

Step 2: dal bob al lob

Per evitare l’effetto “parrucca” bisogna puntare su un look non plastico e con molto movimento. Il nostro consiglio è quindi quello di scalare le lunghezze nella porzione che va dal mento in giù. Perché l’attesa risulti naturale e il taglio voluto, optate per una piega mossa e dall’aria un po’ disordinata. Se la vostra cliente non ha i capelli ricci di natura, create delle onde con le dita o con un ferro/piastra di grosse dimensioni. Attenzione però: evitate di usare troppo prodotto o il risultato potrebbe essere finto!

E tu, vorresti dare un taglio ristrutturante alla tua chioma?

Clicca sul pulsante di seguito e prenota
un APPUNTAMENTO nei nostri saloni:

studieremo un taglio su misura per te!

mah

Step 3: dalla frangia al ciuffo (se i capelli sono corti)

La frangia è una bella gatta da pelare nel momento in cui si decide di volersene liberare. Chiaramente come affrontare la ricrescita è abbastanza personale e varia da stile a stile ma abbiamo comunque delle proposte da farvi per risolvere il problema. Se i capelli sono corti, allora consigliamo innanzi tutto di sfilare la frangia di modo che si sposti naturalmente vero uno dei lati del viso. Questo darà maggiore leggerezza al taglio e creerà un movimento molto naturale. Quando i capelli saranno un po’ cresciuti, potrete fare in modo che le lunghezze che incorniciano il viso siano leggermente scalate in modo tale da unificare le ciocche e la frangia/ciuffo.

Step 4: dalla frangia al ciuffo (se i capelli sono lunghi)

Se invece i capelli sono lunghi allora la difficoltà aumenta. In questo caso, al contrario di quello descritto in precedenza, dobbiamo abbandonare l’idea delle scalature e bisogna aspettare che la frangia cresca di almeno tre/quattro centimetri. A questo punto sì, è concesso scalare i capelli che incorniciano il viso così da creare un bel ciuffo.

E tu, vorresti dare un taglio ristrutturante alla tua chioma?

Clicca sul pulsante di seguito e prenota
un APPUNTAMENTO nei nostri saloni:

studieremo un taglio su misura per te!

mah

Step 5: dal sidecut al taglio regolare

Il taglio “rock” caratterizzato da metà testa rasata e metà con capelli lunghi è ritornato in auge recentemente dopo la sua comparsa negli anni ’80. Molti, uomini e donne, sono stati entusiasti di farsi fare questo taglio ma con l’ovvio problema che ne consegue: la ricrescita.

Bene, per far ricrescere questo taglio, c’è una sola opzione: coprire la sezione rasata che vogliamo far ricrescere. Quando questa infatti inizierà ad essere di 3-5 cm circa sarà proprio bruttina da vedere se non sapientemente coperta. Per non entrare in un loop infinito consigliamo, una volta che i capelli sono arrivati quasi alle spalle, di tagliarli tutti in modo da pareggiarli in un caschetto, ma ovviamente queste sono scelte della nostra cliente.

In caso contrario, spostate semplicemente la riga!!! La cosa migliore è alzarla leggermente rispetto alla rasatura, e fare delle onde morbide con un po’ di volume alla radice, in modo da lasciare lo styling con più volume da un lato e la riga laterale.